Il CSI illumina la pallavolo romana

Lo confessiamo: è sempre più difficile districarsi nel mondo della Pallavolo romana, un dedalo di associazioni ed Enti che organizzano tornei e campionati per le migliaia di praticanti della nostra città senza contare l'enorme peso che ha la FIPAV attraverso un Comitato tra i più importanti del nostro Paese.
Ma spesso questa frenesia di "organizzare" porta qualcuno a sottovalutare alcuni aspetti fondamentali della pratica sportiva come la copertura e la qualità arbitrale, la preparazione dei tecnici e dei dirigenti, la presenza di organi giudicanti necessari al fine di garantire un normale svolgimento dei campionati e soprattutto la parte che salvaguarda la salute degli atleti, grazie alla applicazione delle norme relative all'uso del defibrillatore e alla richiesta di certificazione medica.

Non sono questi i casi del nostro Comitato, che da sempre cerca di sviluppare un discorso di qualità anche a discapito della quantità.
La nostra Commissione, nel corso di questi anni, è riuscita ad ottenere l'una e l'altra coniugando attenzione e scrupolo nell'apparato organizzativo ad un numero di società veramente notevole.
Ma quello che ci rende veramente orgogliosi è il fatto di sapere che tutte le nostre affiliate, grazie anche all'opera capillare dei suoi dirigenti, sono provviste di defibrillatore e di molti operatori abilitati all'uso, dando seguito al lavoro iniziato dal Ministero della Salute per tutelare la salute dei propri tesserati.

I numeri ci hanno dato ancora una volta ragione: 151 squadre in rappresentanza di 68 società protagoniste di quasi 1200 gare che hanno dato un bel da fare a Fiorella D' Ascenzo con la pubblicazione di oltre 300 Comunicati Ufficiali ed il rammarico di Roberto Magrini, designatore arbitrale, per aver saltato una designazione! 
Anche l'attività torneistica ha rappresentato una parte importante con la Coppa d'Autunno finalmente tornata a livelli più che accettabili  con 16 squadre, il Sunday Volley giunto alla 15^ edizione, occasione questa per far assurgere ai vecchi splendori lo splendido pallone del Divino Amore da troppo tempo inutilizzato e nuova realtà del nostro Comitato ed il Primo Beach Contest che non ha avuto il successo sperato, ma che sicuramente riproporremo con nuove formule di aggregazione. 

Dal punto di vista meramente sportivo l'anno ha visto il battesimo di due nuove iniziative che hanno ottenuto un buon successo: il Misto Four-Two ed i tornei Silver Spring
Le nove squadre iscritte al Four-Two rappresentano sicuramente un ottimo biglietto da visita per dare inizio ad un percorso che ha già compiuto il "fratello maggiore" del Tre più Tre che tanti anni fa viaggiava sulla decina di partecipanti e che invece ormai da anni fluttua tra le 40 e le 30 squadre.
I tornei Silver Spring hanno dato a ben 32 squadre del settore giovanile femminile  la possibilità di giocare per un titolo fino ad inizio giugno, elemento questo molto apprezzato dai tanti tecnici coinvolti e che speriamo convinca in futuro altre società ad abbracciare il nostro progetto.

In sintesi sono stati attribuiti ben 26 titoli relativi ad altrettante categorie di età (dai piccoli dell'Under 12 ai grandi dell'Open)  e di livello (Golden, Silver e Bronze) dimostrando una volta di più che la Pallavolo targata CSI è una delle poche, se non l'unica nel panorama romano degli EPS, a dare veramente a tutti una possibilità di emergere. Il tutto per la contentezza di Stefano Funari, responsabile dei calendari, che si è dovuto sobbarcare  un'enorme mole di lavoro in confronto agli anni passati.

La parte del leone nel settore giovanile l'ha fatta sicuramente la ASD POOLSTARS che si è messa in tasca ben tre titoli dall'Under 12 all'Under 14 passando per l'Under 13. In queste ultime due categorie la società di Antonio Marra sarà impegnata nelle finali nazionali di Cesenatico.
Finali nazionali che vedranno all'opera altre tre squadre romane: la NFA SAET nelle ALLIEVE che tenterà di aggiudicarsi un posto sul podio come tre anni fa, l'AURELIO VOLLEY SG negli ALLIEVI che spera di rinnovare la buona tradizione romana in questa categoria e la new entry POL. PRIMAVERA 2018, costola della blasonata SAN GIORGIO per le JUNIORES, categoria molto ostica che ha offerto al nostro Comitato una sola medaglia, quella d'argento dello SPORT 2000 di quattro anni fa.
Falliti purtroppo i tentativi per le categorie OPEN, arenatisi nelle temute fasi interregionali, tanto osteggiate dal nostro Comitato. L'Umbria si è dimostrata più forte anche se la SPES MENTANA è arrivata ad un passo dalle finali dopo le belle vittorie contro Toscana e Sardegna.  

La nostra Commissione è già al lavoro per la prossima stagione valutando le cose buone e quelle meno buone per offrire servizi sempre migliori alle proprie società come la nostra pagina Facebook CSI ROMA PALLAVOLO, seguita da quasi 2000 persone che  qui trovano foto, servizi, notizie e tanto altro.   

  • 29/06/2019

Galleria

Condividi

    Categorie

    Le altre notizie