Categorie
di età 2014/15

Cerca nel sito

Area Riservata

accedi all'area riservata


News Editoriale
clicca per leggere
30/01/2015
eventi
GAZZETTA CUP 2015: aperte le iscrizioni!
Fino al 28 febbraio sarà possibile aderire all'iniziativa iscrivendosi online direttamente sul sito www.gazzettacup.it [...]
clicca per leggere
02/03/2015
eventi
La grande vitalità del Centro
di Arvidas
Nello scorso fine settimana si è tenuto a Cassino il tradizionale incontro interregionale Lazio-Abruzzo-Marche-Umbria, con la partecipazione di dirigenti di comitato e società, arbitri e tecnici [...]
clicca per leggere
01/03/2015
judo
Il messaggio educativo del judo
di Angelo Pallari
La consueta sessione di allenamento integrativo, momento di socializzazione e di confronto con i judoka di altre società, si è svolta nel Centro Sportivo di Via Montona [...]
clicca per leggere
24/02/2015
eventi
Impianti sportivi e risparmio energetico
Il tema sarà affrontato sabato 28 febbraio, presso il Punto Verde Qualità "La Madonnetta" di Acilia, da un convegno indetto indetto dal Co.G.I.S.Co [...]
clicca per leggere
24/02/2015
eventi
Lo sport per il benessere fisico
Domenica 8 marzo il Forum S.C. organizza una mattinata dedicata al wellness-training, con una serie di attività innovative e coinvolgenti [...]
clicca per leggere
19/02/2015
formazione
Corso allenatori Calcio e Calcio a 5
Sono aperte le iscrizioni per il corso Allenatori di BASE per il Calcio e Calcio a 5; le lezioni si terranno presso il CSI [...]
19/02/2015
nuoto
Grand Prix: Forum incalza CSI Roma Est
di Arvidas
Nella 4° prova del circuito, disputatasi al Forum S.C. i ragazzi di casa hanno ancora una volta ottenuto il più alto punteggio di squadra. [...]
clicca per leggere
12/02/2015
ginnastica
Campionato regionale Ginnastica Artistica
Parte il Campionato Regionale CSI Lazio di Ginnastica Artistica sulla base di due prove [...]
clicca per leggere
03/02/2015
formazione
Lo stage interregionale di Cassino
Tutti gli arbitri e i dirigenti di società sono invitati a partecipare allo stage che si svolgerà il 28 febbraio e 1° marzo a Cassino [...]
clicca per leggere
03/02/2015
Chiusura in grande stile per la mostra Ball
di arvidas
Sabato scorso le 81 foto della rassegna organizzata da Sport Senza Frontiere sono state messe all'asta per raccogliere fondi a sostegno dei bambini disagiati [...]
clicca per leggere
29/01/2015
arti marziali
Stage di kata a Via Montona
Domenica 1° stage gratuito presso l'impianto del CSI Roma Est con la partecipazione del campione Fulvio Sole [...]
clicca per leggere
29/01/2015
ginnastica
Campionato Regionale di ritmica
Domenica 22 febbraio a Via Montona è in programma la 1° prova del Campionato Regionale di ginnastica ritmica, valido per le qualificazioni alla finale nazionale [...]
clicca per leggere
29/01/2015
eventi
Campionato Regionale di corsa campestre
La gara è in programma il 22 febbraio al Parco della Madonnetta (Acilia) ed è aperta a tutti i tesserati CSI nati fino al 2006 [...]
clicca per leggere
21/01/2015
Grand Prix: la sorpresa Forum S.C.
di Arvidas
Nella piscina dell’Olgiata, i ragazzi del circolo della Maglianella hanno superato il CSI Roma Est nel punteggio, vincendo 25 medaglie contro le 24 degli aranblu. [...]
19/01/2015
ciclismo
Procedure tesseramento ciclismo 2015
Nuove procedure di tesseramento al cisclismo CSI per la stagione 2015 [...]
clicca per leggere
15/01/2015
Biglietti agevolati per il 6 Nazioni di rugby
I tesserati CSI potranno accedere alla partita inaugurale con l'Irlanda del 7 febbraio a prezzi scontatissimi [...]
clicca per leggere
11/01/2015
eventi
Tra Roma e Lazio...vince il CSI!
di Arvidas
Giornata memorabile per i ragazzi del S.Filippo Neri Garbatella e Mater Carmeli, che allo Stadio Olimpico hanno dato vita ad una bella partita, mantenendo un comportamento esemplare in campo e fuori [...]
clicca per leggere
10/01/2015
parrocchie
I ragazzi del San Giuseppe ospiti della AS Roma
Come preludio della sfida della Oratorio Tim Cup che si terrà domenica 11 gennaio allo Stadio Olimpico prima di Roma-Lazio i ragazzi del S.Giuseppe al Trionfale sono stati ospiti a Trigoria. [...]
clicca per leggere
06/01/2015
arti marziali
CSI Roma Est, l'attezione per i più piccoli
La scuola di karate, coordinata dal maestro Scarfone e dalla maestra Di Gangi, ha ottenuto grandi risultati sul piano tecnico, ma è altresì molto attenta all'attività promozionale e divulgativa [...]
Cristo si è fermato a Frosinone (e a Carpi)
di Arvidas

Per i nostri cugini ciociari la sentenza è già scritta: in serie A non ci andrete né oggi né mai. Parola di Lotito! Stessa musica per il Carpi e per tutte quelle realtà che, senza sperperare denaro con improbabili giocatori esotici e con vecchie cariatidi, stanno costruendo dei piccoli grandi miracoli di provincia. Che miracoli non sono, ma splendide realtà. No, le cose per fortuna non stanno così, perché il vicepresidente federale ha espresso solo un "auspicio"...per il bene di tutti! (ovvero, per non perdere i denari delle TV). E nessuno ovviamente lo asseconderà. Ma intanto i sospetti si propagano a macchia d’olio. Guardando vicino a casa nostra, a Latina, in molti già pensano che i pontini non siano venuti in serie A perché il sistema non li ha voluti. Niente vero, e ve lo diciamo per certo senza andare oltre. Del resto, la dietrologia è la cosa più facile da innescare quando si vuole dimostrare qualcosa, qualsiasi cosa. Comunque, tolta la tara del folcloristico numero 2 federale, resta sul tappeto un problema di tutta evidenza: quello che il business non si sposa più con l’attuale strutturazione dei campionati. Da un lato c’è ancora chi parla di una “superlega” europea proprio per salvaguardare gli interessi dei club più forti, mentre dall’altro si continua imperterriti a mantenere questi assurdi carrozzoni della serie A a 20 squadre e della B a 22. I quali, stante la crisi economica e l’evidente abbassamento del livello tecnico generale, sono ormai insostenibili. Più intelligente è stata la Legapro, che – stanca di dover partire con campionati monchi per il ritiro o la forzata esclusione di squadre incapaci di reggere l’impegno economico - nella passata stagione decise saggiamente di ridurre gli organici a sole 60 squadre in serie unica. L’altra riflessione da fare è che il lucro dei diritti televisivi è la principale strategia di tutti i sedicenti piani industriali (ma ci facciano il piacere!) rabberciati dai sagaci dirigenti societari. Ma i soldi veri arrivano solo se sei in serie A. Allora: al di là delle belle dichiarazioni rilasciate di tanto in tanto anche da personaggi autorevoli (lo stesso Lotito e Marotta, ad esempio), iniziative concrete per ridurre il contingente della massima divisione perlomeno a 18 se non magari a 16 squadre non se ne ravvisano. Intanto, fra le tre serie maggiori si sono creati degli scalini abissali come quelli che dividevano le tre classi dei treni di una volta, narrate da una vecchia canzone di De Gregori: la prima classe vale mille lire, la seconda cento e la terza dolore e spavento. A questo punto, tornando alla questione di partenza, ci si chiede: bisogna cominciare a ragionare come negli sport americani, che hanno delle leghe a cui si accede non per meriti sportivi bensì per il possesso di determinati requisiti economici e strutturali (anche relativi alla città di residenza, definita franchigia perché lì ha diritto di esserci una sola squadra), oppure mantenere e salvaguardare il nostro sistema basato su promozioni o retrocessioni? Non facciamoci ingannare dal modello degli States, che è unico e irripetibile. Dalle nostre parti, nel momento in cui ci si dovesse affidare a una lega chiusa, tutto il resto del movimento finirebbe per sprofondare. In Italia come in Spagna o Inghilterra, sia chiaro, perché altrimenti lo avrebbero già fatto. In definitiva, meglio cercare di lavorare sull’esistente. Allora, in sintesi: snellire serie A e B (entrambe a 18 squadre) ed implementare la terza serie e aumentando, invece di ridurre, promozioni e retrocessioni (4 fra A e B e 6 fra B e i tre gironi di Legapro). Più mobilità c’è fra le varie divisioni e meglio è per tutti. Perchè oggi, chi cade dalla A e sprofonda nel calderone della B, da cui è davvero difficile risalire, rasenta non di rado il fallimento finanziario, a meno che non sia un club di un certo peso. Col nuovo sistema, senza dubbio, il dramma di una stagione storta verrebbe assorbito più facilmente. E, al contrario, puntare alla categoria superiore, sarebbe meno problematico di quanto lo è attualmente. Per l'attualità, Forsinone e Carpi siano pure tranquilli; se avranno la forza di andare vanti su questa strada le porte del "paradiso" si apriranno comunque. Siamo pronti a scommetterci!