TANTI AUGURI... A NOI!

Il 5 gennaio del 1944 la Direzione Generale dell’Azione Cattolica approva l’iniziativa di Luigi Gedda, presidente della Giac, di costituire un’associazione che promuova, riunisca e rappresenti nell’Italia post-bellica l’impegno dei cattolici nello sport.

La denominazione scelta per la nuova realtà è “Centro Sportivo Italiano”, con cui si esprime la volontà di aprire lo sport educativo, cristianamente ispirato, a tutti i giovani, invece di federare le sole associazioni sportive cattoliche come avveniva per la “antica” Fasci.

Il 2019 sarà un anno per raccontarsi, per dire e confermare l’amore per il prossimo, l’amore per lo sport e la dedizione ai più fragili, non tanto per celebrare la storia, quanto per rinnovare impegno e mandato per il presente e il futuro. Sarà un anno per riformare il ruolo che il Centro Sportivo Italiano deve giocare nelle politiche sportive del Paese.

Sarà anche un anno caratterizzato da alcuni importanti appuntamenti:

- il convegno nazionale su “Sport o Chiesa?” dal 15 al 17 marzo

- l’incontro dei presidenti provinciali con il Santo Padre l'11 maggio in Vaticano

- il concorso per giovani e meritevoli sportivi e sportive under 18

- il seminario nazionale su sport e legalità, ispirato alla figura di don Pino Puglisi (18-20 ottobre a Palermo).

- diversi pellegrinaggi verso santuari mariani, scelti dal territori, a cui sarà affidata l'organizzazione.

Abbiamo tracciato la storia dell'Italia, una strada lunga 75 anni: c’è tanto da ricordare e soprattutto tanto ancora da fare, ma il futuro parte da noi, dalle persone del CSI e se saremo capaci di farlo insieme andremo ancora più lontano. Auguri allora a tutti noi! 

  • 05/01/2019

Galleria

Condividi

    Categorie

    Le altre notizie