Il CSI Roma a sostegno di "Centopiazze"


Si tratta di una manifestazione ad ampio raggio, fatta di flash mob, incontri, gioco e sport organizzati dal CSI - presente con uno stand e attrezzature sportive (mini tennis e mini calcio) - mostre, concerti, dibattiti, che si incrocia non solo idealmente con l’inizio del Sinodo dei giovani. A Roma l’evento è programmato in piazza Santi Apostoli - dove sarà anche inaugurata la Settimana diocesana della famiglia – dove si terrà una tavola rotonda e si esibirà il gruppo musicale “Band della legalità”, con il supporto dell’Arma dei Carabinieri. 

«Dalle piazze partiranno cento progetti per consolidare il patto educativo», ha detto il presidente dell’Aimc, Giuseppe Desideri, mandando «un segnale in controtendenza» rispetto alle cronache che hanno enfatizzato le aggressioni agli insegnanti. Fatti «da condannare», ma che non devono far pensare a una «deriva», a uno «scontro» tra famiglie e docenti. 

Centopiazze, con le sue atmosfere gioiose e giocose, sarà, sempre secondo gli intendimenti del presidente Desideri, “un’agorà al tempo stesso virtuale e fisica per star insieme con tutti i soggetti che compongono la comunità educante, fuori dal contesto dell’aula per dimostrare che lo scontro tra famiglie e docenti presentato negli ultimi mesi dai media fa certamente notizia ma non è la realtà della scuola italiana”.

In questo contesto, una realtà come quella del CSI ci calza a pennello: "Il CSI ha come finalità quella di educare attraverso lo sport – ha dichiarato il presidente del Comitato romano Daniele Pasquini – . La sfida educativa è una partita difficile, che non si può giocare da soli. E' necessario fare squadra e stringere un patto educativo con la famiglia, la scuola e la parrocchia. Per questo Cento Piazze è una iniziativa a cui il CSI non mancherà ".  

  • 04/10/2018

Galleria

Condividi

    Categorie

    Le altre notizie