Gli uffici del CSI Roma rimarranno chiusi fino a nuove disposizioni governative. Per qualsiasi comunicazione o informazione inviare una e-mail a csiroma@csiroma.com

Una società al giorno: Lupi di Marte

C’era una volta la AS Morlupo Volley… Quando il presidente Giulio Marchetti decise di lasciare, Meloni e i suoi amici, giocatori e dirigenti di quella società, decisero di proseguirne l’attività col nome Lupi di Marte, che deriva dall’antica leggenda dei primi abitanti della zona, denominati Martis Rapaces Lupi.

Corrado, da allora di strada ne avete fatta parecchia.
Il fatto di aver cambiato il nome in tal modo ci ha permesso di avere un’immagine più territoriale, non strettamente legata a Morlupo. Operiamo anche a Rignano Flaminio e Castelnuovo di Porto e abbiamo in tutto circa 250 tesserati, tra cui figurano anche i praticanti di total body, ginnastica dolce, ecc.. La prima squadra femminile milita il Serie D con ambizioni di C e abbiamo pure una’ottima I Divisione maschile, che puntava anch’essa alla promozione.

Immaginiamo che dramma per voi essere costretti a chiudere tutto all’improvviso!
No, nessun dramma, ma la consapevolezza di doverci dare ancora da fare per raggiungere quei traguardi. Proprio per questo, sin dal giorno dopo il lockdown siamo partiti con le lezioni online per tutti. Per le fasce primarie d’età abbiamo fissato degli incontri settimanali coi genitori, insieme a dei challenge dove abbiamo chiesto di ripetere determinati esercizi e di mandarci i video. Cose che sono piaciute a tutti e che potranno essere ripetute in futuro. Vediamo quanto tempo dovremo aspettare prima di tornare in palestra, sperando di anticipare un po i tempi rispetto all’inizio della stagione Fipav, fissata per fine novembre. Ma ancor prima ci preoccupa molto la prospettiva di dover rinunciare a tutti i tornei che organizzavamo nel corso dell’estate, che facevano da collante fra un annata e l’altra. Comunque, tutti i nostri tesserati ci hanno già confermato l’iscrizione per la prossima stagione.

Avendo un’attività estesa dovete per forza a vere una buona organizzazione.
Credo di si. Anche fra noi dirigenti stiamo facendo riunioni su riunioni per programmare la prossima stagione, mettendo tutti i tasselli al punto giusto. Non è una battuta dire che questo virus ci ha permesso di incontrarci, anche se solo in rete, e dialogare molto più di quanto non si facesse in passato. Il fatto è che in una realtà come la nostra bisogna lavorare molto pure sul sociale, tenere le quote di iscrizione più basse possibile senza intaccare la qualità del servizio, essere coinvolti nelle iniziative indette dai Comuni, offrire alle scuole dei corsi gratuiti di ginnastica dolce. In questo modo, conquistiamo amicizie e buoni rapporti; cose che ripagano sempre.

La vostra vita nel CSI?
Bellissima esperienza, grazie a Nazzareno Midei e a tutti gli altri. Di anno in anno incrementiamo la nostra partecipazione ai vostri campionati e devo dire che il settore del Misto ha avuto un vero e proprio boom, attirando tanta gente di buon livello; può darsi che noi si riesca ad iscrivere una seconda squadra il prossimo anno. Con l'occasione, vorrei esprimere un auspicio: che il CSI Nazionale cerchi di replicare alle tante iniziative che la Fipav sta promuovendo per recuperare il terreno perduto, altrimenti qualche società potrebbe cambiare rotta. Tra allenatori si sta parlando  dei progetti federali  e molti sono attirati. A mio avviso, però, basterebbe poco al CSI per reggere la concorrenza, anche perché da voi abbiamo sempre trovato un servizio più che buono, arbitri migliori in diversi casi e quote di iscrizione più convenienti.

  • 14/05/2020

Galleria

Condividi